Comandi Linux essenziali: i primi cinque

I comandi Linux sono importanti in Ubuntu e nelle altre distro

I comandi Linux sono un elemento molto importante qunado si parla di Ubuntu perché rappresentano un punto essenziale perché la libertà di poter fare tutto o quasi tutto in piena libertà sta proprio nell’uso del sistema operativo. E’ importante tenere presente che alcuni di questi potrebbero creare realmente dei problemi al sistema operativo quindi quando li incontreremo verranno ampiamente segnalati in modo da limitare al massimo i rischi. Uno degli aspetti interessanti di Ubuntu sta nel fatto che offre moltissime funzionalità sia per coloro che adoperano il sistema operativo con interfaccia grafica sia quella per linea di comando in base alle conoscenze che si dispongono.

Comandi Linux essenziali: vediamo i primi cinque comandi

Il primo comando da tenere in grande attenzione è top ed è anche quello che comporta meno rischi e che può quindi essere adoperato da tutti gli utenti. E’ interessante tenere presente che mediante questo comando è possibile vedere l’utilizzo delle risorse dai processi. Può essere molto utile se si decide di non mettere il proprio computer troppo in difficoltà. Per chiudere questo processo basta usare la combinazione Ctrl + C. Se si desidera avere una versione più semplificata del precedente è necessario adoperare htop che permette di avere un maggior controllo, è possibile usare htop.  In questo caso è necessario installarlo:

sudo apt-get install htop

bastano in effetti pochi secondi per completare l’operazione. Un altro comando molto importante è pstree che permette di controllare i vari processi presenti nel sistema in modo molto semplice. Andando a parlare di comandi interessanti non si può non parlare del cd, change directory, che serve, come si comprende dal nome, di cambiare la directory corrente. Per ottenere informazioni e file da internet è possibile adoperare il comando curl.

Sono presenti molti altri comandi linux

Nelle prossime guide andremo a vedere gli altri comandi Linux più o meno essenziali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *